Stop al retrogaming, Nintendo denuncia i siti di roms

Duro colpo al mondo del retrogaming, dove in agosto Nintendo ha fatto una mossa dalle conseguenze pesanti, denunciando un paio di famosi siti che permettevano il download di roms delle vecchie consoles.
Il risarcimento chiesto da Nintento è di 150.000 dolleri per rom, qundi una follia. Un deterrente decisamente efficace, che ha portato siti storici come emuparadise a “rivedere le priorità” e cancellare (o perlomeno rendere non scaricabili) le roms dai loro servers.
 E’ un brutto colpo, perchè dopo quasi 30 anni di attività (emuparadise era in piedi da 18 anni), con alti e bassi, e infinite modifiche alle normative per il possesso/utilizzo/divulgazione dei dumps delle roms proprietarie ,
questa manovra è andata a scoraggiare definitivamente chi si è occupato attivamente di retrogaming per appunto oltre 30 anni.
Certamente le roms sono proprietà dei relativi marchi, ma non bisogna dimenticare che senza il costante e quotidiano “sbattimento” dei siti di emulazione e retrogaming, e degli sviluppatori dei vari emulatori, oggi Nintendo and Company non potrebbero vendere nei centri commerciali le “repliche” in versione mini delle loro storiche console, consoles che senza la “divulgazione” di chi ha sostenuto per svariate decadi il retrogaming sarebbero ormai da tempo estinte dalla memoria collettiva, finite nell’oblio del vecchiume.
Che dire? Semplicemente amen… i tempi cambiano… il mondo cambia e noi non possiamo fare altro che adeguarci.
Sarà la fine del retrogaming? Una intera era storica cancellata per tentare di vendere qualche migliaio di consolle obsolete?
Chi può sapere cosa succederà nel futuro dell’emulazione “vintage”… In un mondo dove Metal Slug ha ceduto il passo ad una stupida slot machine tutto è possibile 🙂
L’unica cosa da fare è farvi un backup, magari su diversi dischi locali, del vostro “patrimonio storico” di roms, collezionate e custodite con cura nel corso dei decenni 🙂
Se penso che il mio primo romset per mame, il 032b, fu scaricato col sudore della fronte col modem in pstn a 56k di notte… c’è voluto un mese…  🙂

Precedente ioquake Quake3Arena linux server su OrangePi Zero Successivo Odroid XU4W con Retropie ORA nel case OGST